Assicurazioni Auto: Cosa Cambia Con La Legge di Stabilità

La recente approvazione della legge di Stabilità, porterà a della novità anche in tema di assicurazioni auto. A quanto pare, il settore Rc Auto sembrerebbe molto caro al governo Letta, che si è impegnato in prima persona ad abbassare il costo delle polizze facendo in modo che siano le stesse compagnie a diminuire il prezzo delle tariffe senza che vi siano anche degli sbalzi nel prezzo da una regione all’altra!

novità assicurazioniIn particolare, sono 3 i punti su cui il governo intende intervenire: i sistemi antitruffa, i risarcimenti e la scatola nera. Per quanto concerne i nuovi sistemi che pongano freno alle frodi assicurative, ci saranno maggiori e più severi controlli sulle strade in modo da ridurre al minimo il margine di truffa. Altro tema molto importante è quello delle tempistiche dei risarcimenti danni a seguito di sinistri stradali. L’evoluzione al digitale e la velocizzazione nelle pratiche di risarcimento sono due punti considerati fondamentali nell’ottica della riduzione dei prezzi: per questo il governo ha intenzione di dare maggiore importanza all’acquisto online della polizza, anche attraverso smartphone e tablet. I tempi, quindi, verranno accorciati in modo tale da obbligare gli automobilisti che hanno subito il sinistro ad essere più “solerti” nel denunciare il danno e, al contempo, rendere più difficile la ricerca di possibili “complici” per eventuali truffe. I tempi dei risarcimenti passano da 60 a 90 giorni con una prescrizione che si è accorciata, passando dai 2 anni a 90 giorni. Nel caso di un sinistro con danni alle cose, il termine del risarcimento si allunga da 60 giorni a 90 giorni e da 30 giorni a 45 giorni nel caso in cui intervenga la constatazione amichevole. Inoltre, per ridurre il premio di polizza, al momento della stipula del contratto col cliente, la compagnia potrà avvalersi di un diritto: ovvero che il risarcimento non sia cedibile ai terzi. La più importante modifica è quella che concerne i tempi della prescrizione per la denuncia del sinistro: diminuiscono infatti da due anni a 90 giorni con l’aggravante che il danneggiato decade dal diritto al risarcimento se non presenta la richiesta entro i 90 giorni trascorsi dal sinistro, salvo alcuni casi di forza maggiore che vengono previste però solo nel caso di lesioni alla persona. Altro tema su cui il governo interverrà è quello dei risarcimenti, che potrebbe portare alla diminuzione del 5% nel costo della polizza (riduzione che in alcune zone può toccare anche l’8%). Dall’anno prossimo, chi ha subito il sinistro, invece di ricevere un risarcimento in denaro del danno subito (equivalente), potrà scegliere un risarcimento materiale solo sulle componenti della vettura che siano state compromesse. In questo modo, secondo il governo, i risarcimenti saranno più veloci se l’assicurato stabilirà contatti diretti con le officine indicate dall’assicurazione a cui paga la polizza! Altra novità della riforma riguardante il pacchetto rc auto: scompare nella causa avviata per l’incidente stradale il famigerato testimone. Sono inoltre previsti degli sconti alla clientela che, alla stipula del contratto, permetta l’installazione di una scatola nera che registri i dati del veicolo. La scatola nera, in sostanza, rimarrà facoltativa per l’automobilista e dovrebbe garantire sconti sulla polizza a chiunque voglia installarla.

Ovviamente, non mancano le critiche a questa riforma, sospettando che possa produrre solo tacite e remunerative alleanze tra le officine e le compagnie assicurative! Molti dubitano anche dei tempi, che difficilmente si ridurranno….ma invece daranno sempre più vantaggi alle agenzie d’assicurazione! Senza contare che tra le nuove proposte c’è anche quella di dimezzare i rimborsi sul danno biologico, in modo da adeguarli allo standard dell’Ue.

Articoli Correlati

Condividi suShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Reddit0

Be the first to comment on "Assicurazioni Auto: Cosa Cambia Con La Legge di Stabilità"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*