Come Cambiare Assicurazione Senza Problemi

Come ribadito negli articoli precedenti, la polizza Rc Auto rientra fra le spese che non possiamo assolutamente evitare di pagare! A questo proposito, navigando su molti siti e blog assicurativi, mi sono accorto che sono pieni di informazioni sulle assicurazioni auto inesatte o non aggiornate! Questo farà sì che il navigante veda accrescere i propri dubbi, invece di diminuirli: molti post, infatti, fanno ancora riferimento al tacito rinnovo, di preavvisi da fornire alla compagnia almeno 60 giorni prima della scadenza, di penali da pagare ecc!! Questa situazioni potrebbero “danneggiare” soprattutto quelle persone che, per risparmiare qualcosina, vorrebbero cambiare compagnia assicurativa….ma che vengono poi destabilizzate da informazioni confuse, non veritiere o inesatte! Eccovi allora qualche consiglio utile.

Se avete intenzione di passare ad un’altra compagnia assicurativa, prima di tutto vi occorreranno:

  • l’attestato di rischio;
  • il libretto di circolazione del veicolo;
  • alcune informazioni sulla polizza attuale;
  • utilizzare un preventivatore online per confrontare i prezzi offerti dalle varie compagnie.

assicurazioneL’attestato di rischio è quel documento che dovrà essere obbligatoriamente rilasciato dalla vostra Compagnia, insieme all’avviso della scadenza della polizza (entro 30 giorni prima della data di fine contratto) e metterlo a disposizione presso l’agenzia dove avete sottoscritto la polizza o inviandolo per email, per posta o via fax in caso il contratto sia stato sottoscritto su internet o al telefono. Possiamo delegare una persona di fiducia per il ritiro e, ovviamente, chi si presenta dovrà avere un foglio di delega firmato da noi con una fotocopia del documento di identità. L’attestato di rischio è un documento essenziale perché vi è segnalata la classe di merito e vi consente inoltre di stipulare una nuova polizza senza “rischiare” di finire nella classe peggiore, mantenendo quindi quella attuale. Il libretto di circolazione non ha certo bisogno di presentazioni! Un consiglio: fotocopiatelo! Questo sia per avere sempre a disposizione i dati che possano essere richiesti dalla nuova compagnia in fase di preventivo, sia perché spesso alcune compagnie vi chiederanno una copia cartacea del libretto di circolazione proprio per controllare che i dati corrispondano a verità. Il contratto di polizza comprende tutta quella documentazione cartacea che stacchiamo dal talloncino da esporre e che spesso giace dimenticata nel vano oggetti della nostra macchina! Nel momento in cui decidiamo di sottoscrivere un nuovo contratto, potrebbe essere molto utile avere queste informazioni sotto mano, anche perché spesso si tende a dimenticare la data di scadenza della polizza! Nel caso in cui non abbiate ricevuto l’attestato di rischio, potete lo stesso fare un preventivo dichiarando la classe di merito nella quale sapete di essere. Tuttavia, ricordate che quando stipulerete “ufficialmente” la polizza assicurativa, vi sarà richiesto!

Bisogna Dare Un Preavviso Alla Compagnia?

Prima dell’ultima riforma delle assicurazioni, le Rc Auto potevano avere una durata superiore all’anno e avere o no il tacito rinnovo (ovvero quella clausola che indica se la polizza sarebbe stata rinnovata o no automaticamente alla scadenza). Invece, grazie all’ultimo Decreto Sviluppo, il tacito rinnovo è stato abolito, anche retroattivamente: prima di esso (fino al 31/12/2012), l’assicurato era tenuto ad inviare una richiesta di disdetta alla sua compagnia assicurativa 15 giorni prima della scadenza, pena il rinnovo automatico della polizza (si aveva anche la possibilità di disdirla, ma dietro il pagamento di una penale!). Questo fa riferimento alle compagnie tradizionali, perché quelle online e telefoniche avevano già adottato da tempo la pratica della non applicazione del tacito rinnovo. Oggi, la compagnia deve obbligatoriamente avvisare l’assicurato della imminente fine del contratto, entro 30 giorni dalla scadenza. Rimane in vigore il “periodo di tolleranza”, ovvero i 15 giorni dopo la data di scadenza nei quali la copertura assicurativa era ancora garantita: con la normativa vigente, adesso l’automobilista avrà tutto il tempo necessario per cambiare la polizza, senza alcun preavviso, anche nei giorni successivi alla scadenza. In pratica, la vecchia polizza decadrà e verrà annullata!

Come potete vedere, la procedura è molto semplice ed immediata: l’importante sarà avere le informazioni giuste. Certamente, con il nuovo decreto, cambiare assicurazione è diventato meno problematico che in passato!

OknotizieCondividi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>