Cosa Fare In Caso Di Furto Dell’Auto

Ogni giorno in Italia vengono rubate più di 316 autovetture, ovvero una ogni 5 minuti! In particolare, le città di Roma e Napoli hanno la maglia nera per percentuale di furti. È questo il quadro tracciato dal “Dossier annuale sui Furti d’Auto 2012” elaborato dalla società leader per il rilevamento e recupero dei veicoli rubati  LoJack Italia su dati del Ministero degli Interni che sottolinea come nel 2012, dopo 10 anni di trend in calo, il numero dei furti d’auto in Italia sia tornato a crescere, mentre diminuiscono i recuperi delle vetture rubate e restituite ai proprietari! Nel mirino dei ladri, ovviamente, ci sono le auto più vendute sul mercato così da alimentare il mercato nero dei ricambi: in particolare, sono in crescita i furti di utilitarie e citycar, specialmente per i marchi di casa nostra. Quindi, se si ha la sfortuna di subire il furto della propria auto, sarà necessario recarsi nel più breve tempo possibile presso una stazione di polizia o dei carabinieri per sporgere una denuncia. Nel caso in cui nel veicolo fossero stati lasciati il libretto di circolazione e il certificato di proprietà (ma sarebbe cosa buona e giusta portarli con sé quando si scende dal veicolo!), la procedura richiederà un tempo maggiore. Questo perché si dovrà dichiarare il furto anche dei suddetti documenti in sede di denuncia. Dettaglio sicuramente importante e non trascurabile, poiché altrimenti potrebbe comportare il mancato ottenimento del risarcimento previsto dalla polizza furto, in quanto le compagnie assicuratrici pretenderanno la consegna di una copia di questi due documenti o l’attestazione che sono stati rubati insieme al veicolo.

Furto autoLa richiesta di risarcimento alla compagnia assicuratrice dovrà essere inoltrata entro 3 giorni dal furto, tramite la consegna dei documenti al proprio agente, oppure direttamente alla sede dell’assicurazione attraverso una raccomandata con ricevuta di ritorno, allegando l’originale della denuncia o una copia autenticata. Inoltre, nel caso in cui il veicolo dovesse essere ritrovato, l’assicurato è obbligato a consegnare o ad inviare anche il verbale di ritrovamento redatto delle forze dell’ordine. Se invece il veicolo non dovesse essere ritrovato, la compagnia assicuratrice liquiderà il risarcimento del furto entro un termine che di solito è fissato in 30 giorni dalla richiesta. L’assicurato avrà diritto al risarcimento soltanto quando insieme alla denuncia consegnerà alla compagnia anche la certificazione di perdita del possesso, che rilasciata dal Pubblico Registro Automobilistico (P.R.A.) a cui dovrà seguire anche il certificato di chiusura delle indagini che comprova l’esito negativo delle ricerche condotte dalla forze di polizia per il ritrovamento del mezzo. Tuttavia, un ulteriore onere a carico dell’assicurato è previsto nel caso si tratti di un’auto in leasing. In questo caso, infatti, dovrà farsi rilasciare dalla società di leasing un documento attestante le somme (rate) pagate fino a quel momento e quelle rimanenti. Mentre per la Rc Auto è possibile richiedere la restituzione del premio pagato e non goduto a causa del furto, per la polizza furto è obbligatorio pagare il premio fino alla scadenza annuale della copertura, nonostante non si disponga più del veicolo.

Articoli Correlati

Condividi suShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Reddit0

Be the first to comment on "Cosa Fare In Caso Di Furto Dell’Auto"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*