Il Decreto “Destinazione Italia”: Cosa Cambia Per L’Assicurazione Auto

Nello scorso mese di Dicembre è stato finalmente approvato il decreto legge del tanto decantato piano dal governo nei mesi passati, che si pone l’obiettivo di rilanciare la competitività delle imprese, i consumi e attrarre gli investimenti stranieri. Nel decreto legge 145/2013 denominato “Destinazione Italia” sono state incluse delle importanti novità riguardanti il settore assicurativo. Vediamo ora cosa riguardano, secondo quanto riportato sulla Gazzetta Ufficiale.

Scatola Nera

scatola neraUna delle novità più interessanti del decreto legge è sicuramente quella riguardante la cosiddetta “scatola nera” che, come già accade negli aerei, rileverà tutte le informazioni utili a stabilire le cause di un eventuale incidente che potranno essere utilizzate poi in fase di constatazione per l’accertamento delle cause e i relativi risarcimenti. Inoltre, gli automobilisti che faranno installare questo apparecchio sulla propria vettura, avranno diritto ad uno sconto del 7% sul premio medio incassato dalla compagnia assicuratrice nella regione di residenza dell’assicurato nell’annualità precedente. In questo modo, saranno agevolati i guidatori virtuosi che risiedono in quelle regioni considerate mediamente più a rischio. Installandola nella propria auto, l’automobilista dovrà però mantenere una condotta rigorosa e perfettamente in linea con il Codice della Strada! Senza contare che i costi d’installazione non saranno a carico del cliente ma della compagnia assicuratrice. Tuttavia, prima di far installare una scatola nera, bisogna tener a mente due cose. Innanzitutto, in caso di sinistro, non ci si baserà sull’interpretazione delle persone coinvolte, ma dai dati sull’incidente registrati dalla scatola. Ad esempio, se siete coinvolti in un sinistro in un centro abitato e i fatti dicono che avete ragione, potrebbe in seguito esservi riconosciuta la colpa se il dispositivo rileverà che la vostra velocità era di 51 km! Inoltre, ancora non vi è chiarezza sul fatto delle cause civili. Infatti, non tutti i giudici accettano come prova i dati provenienti dalla scatola nera! A questo proposito, si attende una decisione definitiva del Governo.

Riparazione Mezzo Incidentato

carrozzeriaUn altro elemento importante del decreto Destinazione Italia riguarda la riparazione del veicolo incidentato. In pratica, se all’atto della sottoscrizione della polizza sarete disposti a rinunciare al risarcimento in contanti avvalendovi di un riparatore convenzionato con l’assicurazione, potrete ottenere uno sconto sull’assicurazione da un minimo di 5% ad un massimo del 10%. In poche parole, nel caso avessimo diritto al risarcimento, sarà l’assicurazione a stabilire se liquidare l’assicurato o far riparare direttamente l’autovettura. E questo ha fatto storcere il naso a molti carrozzieri! A questo proposito, alcune associazioni di categoria sono sul piede di guerra perché, secondo loro, questa novità rappresenta l’esatto contrario delle liberalizzazioni tanto decantate perché si indirizzerebbe tutto il mercato delle riparazioni verso le carrozzerie convenzionate, rischiando di mettere in ginocchio migliaia di piccole imprese artigiane! Inoltre, nel caso il danneggiato non volesse avvalersi dell’officina convenzionata, la somma che l’assicuratore dovrà rimborsare non sarà superiore a quella che avrebbe sborsato con la propria! In questo modo, l’assicurato sarà costretto a pagare di tasca sua la spesa maggiore.

Cosa ne pensate?

Articoli Correlati

Condividi suShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Reddit0

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Addio Sconti Rc Auto!

Leave a comment

Your email address will not be published.


*