Le 3 Coperture Accessorie Più Utili

Come abbiamo già detto in alcuni post precedenti, oltre alla obbligatoria polizza assicurativa Rca, ne esistono altre “facoltative” o accessorie da poter includere nel contratto, a discrezione dell’assicurato. Queste coperture potrebbero apparire ai più superflue, ma spesso possono tutelare sia la macchina che il portafoglio. Vediamole nel dettaglio.

coperture accessorie

Secondo una recente indagine del noto comparatore online Segugio.it, oggi circa il 24% degli automobilisti italiani fa includere nel proprio contratto assicurativo una o più garanzie accessorie. Certo, questa percentuale non è granché….ma il dato dimostra che vi è stato un gran passo in avanti se si pensa che nel 2011 erano appena il 14%. Acquistare una polizza facoltativa potrebbe infatti rivelarsi una scelta vincente e vantaggiosa ma, ovviamente, deve essere fatta in funzione dell’uso che si fa della propria auto. Tuttavia, anche se con esse il prezzo della Rca aumenta, potrebbero evitare di farvi sborsare grosse somme di denaro in futuro. Vediamo ora le 3 coperture accessorie più consigliate.

1. Furto e Incendio

Questa è sicuramente la copertura accessoria più utilizzata ed utile, perché protegge l’auto non solo dal furto ma anche dai danni che ne possono derivare (scasso e distruzione del veicolo). Inoltre, copre i danni dovuti ad un incendio scaturito da un cortocircuito interno o da cause esterne. Non copre però il furto degli eventuali oggetti rimasti a bordo. Il risarcimento, ovviamente, dipenderà dal valore di mercato dell’auto nel momento in cui si verificherà l’imprevisto. Per quanto riguarda il prezzo, esso varia da città a città in relazione ai furti d’auto denunciati: più sarà alto, maggiore sarà il costo della copertura (indicativamente, è pari all’8×1000 del valore del veicolo). Tuttavia, il costo sarà ridotto in caso facciate installare sulla macchina una “scatola nera” che registra e trasmetta i dati dell’auto. Questa polizza conviene a chi ha una macchina da meno di 3 anni, specialmente se è solito lasciarla parcheggiata in spazi aperti non privati.

2. Collisione o “Mini Kasko”

La copertura Collisione (che alcune compagnie chiamano “mini kasko”) riguarda i danni che il guidatore arreca alla macchina e a se stesso. In pratica, ciò che non copre la normale Rca! Tuttavia, è necessario che il danno sia causato dall’impatto con un qualsiasi veicolo identificato. Il prezzo è strettamente correlato a quello della Rca: maggiori saranno gli incidenti che si verificano nella zona di residenza (e peggiore sarà la classe di merito) più sarà alto il costo della polizza Collisione. Ad esempio, un cittadino di Roma in 4° classe la pagherà indicativamente 100 Euro l’anno. Questa polizza conviene a chi fa almeno 15.000 Km l’anno (e maggiormente nei centri abitati, dove statisticamente si registrano più incidenti).

3. Cristalli

La polizza Cristalli copre quei danni che riguardano la rottura dei vetri di un veicolo. Tutti, nessuno escluso. Ma anche una semplice scheggiatura! Quando si verifica un danno simile, per motivi di sicurezza sarebbe opportuno rivolgersi immediatamente a dei centri specializzati convenzionati con le compagnie (di solito, la rete Carglass). In rari casi, le compagnie acconsentono che l’automobilista si rivolga ad “indipendenti”. Fra quelle accessorie, è sicuramente la meno costosa: circa 40 Euro all’anno. E conviene anche a chi usa poco l’auto. Alcune compagnie la offrono insieme alla Furto e Incendio o alla Kasko.

Articoli Correlati

Condividi suShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Reddit0

Be the first to comment on "Le 3 Coperture Accessorie Più Utili"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*