Le Classi Di Merito Nelle Assicurazioni Auto e Moto

Il funzionamento delle classi di merito nelle assicurazioni auto e moto non è ancora un concetto ben chiaro a tutti! Quindi, nell’articolo di oggi, cercherò di illustrarvi nel dettaglio il funzionamento di questo meccanismo legato a doppio filo all’importo delle polizze di tipo bonus malus.

classi di meritoLa classe di merito cui appartiene un automobilista è, infatti, uno degli elementi di base su cui viene calcolato l’importo del premio assicurativo da pagare ad una compagnia per garantirsi la copertura di Responsabilità Civile Auto e Moto. Secondo i suoi criteri, tutti quei guidatori che non causano incidenti appartengono a delle classi di merito più basse (ovvero quelle più vicine alla 1° classe) e di conseguenza pagheranno un premio assicurativo annuo più basso. Le classi di merito vanno dal numero 1 al numero 18: come detto prima, l’1 rappresenta il punteggio migliore, mentre 18 è il peggiore. Quando si stipula per la prima volta un contratto di RC Auto, si parte dalla 14° classe di merito per poi scendere ogni anno di una classe se non si provocheranno incidenti, ottenendo così una diminuzione anche del premio assicurativo da pagare (clausola bonus). Al contrario, se l’automobilista sarà responsabile di incidenti nel corso dell’anno, sarà “retrocesso” di 2 classi alla volta, con conseguente aumento del premio assicurativo (clausola malus). Questo (in teoria!) dovrebbe essere uno stimolo per gli automobilisti a guidare con prudenza, evitando così di pagare premi troppo alti per assicurare la propria auto. A questo proposito il Codice delle Assicurazioni, per quanto riguarda la gestione del contratto bonus-malus, tutela al massimo l’assicurato. Infatti, ogni retrocessione nella classe di merito, dovrà essere immediatamente comunicata all’assicurato per evitare che si ritrovi a sua insaputa con un aumento del premio da corrispondere. Un altro importante aspetto è quello che riguarda la conservazione della classe di merito di appartenenza, sia quando si decida di cambiare compagnia, sia quando si decida di sospendere o non rinnovare la polizza per un periodo che non superi i 5 anni. La classe di merito verrà mantenuta anche nel caso in cui l’intestatario trasferisce la polizza ad un’altra macchina o ad un membro dello stesso nucleo familiare.

Ma è anche vero che alcune compagnie assicurative offrono la possibilità ai propri clienti di non retrocedere di classe se e quando decidessero di rimborsare loro stessi i danni di un eventuale incidente: altre, invece, offrono ai propri assicurati della classi di merito protette. Con queste particolari classi, in caso di un solo incidente nell’anno, non scatterà automaticamente la classe di Bonus-Malus e quindi, al rinnovo della polizza assicurativa, il cliente non verrà retrocesso di classe.

Articoli Correlati

Condividi suShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Reddit0

4 Comments on "Le Classi Di Merito Nelle Assicurazioni Auto e Moto"

  1. alessandro salvi | 28 marzo 2015 at 12:07 | Rispondi

    non trovo lo elenco delle classi di assegnazione per esempio io ho la CU 01.
    Come è la scala di tutte per regolarmi dove sono?
    saluti A. Salvi

  2. È’ possibile che una assicurazione proponga solo l’opzione di classe protetta e aumenti il premio ?

    • Salve. La classe protetta è una particolare clausola offerta da alcune compagnie che permette, al primo incidente con colpa, di conservare la propria classe di merito maturata precedentemente. In pratica, il meccanismo Bonus Malus non viene attivato e il premio della polizza non aumenta. Il premio potrebbe aumentare in due casi: al secondo incidente (nell’arco dell’anno) con colpa o per abbandono della propria assicurazione al termine del contratto.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*