Parcheggio In Doppia Fila: Chi Paga In Caso D’Incidente?

Una delle infrazioni stradali più comuni è sicuramente il parcheggio in doppia fila. Questa brutta abitudine è una violazione del codice della strada che, oltre ad essere soggetta ad una multa da 39€ a 159€, può risultare pericolosa per la circolazione degli altri veicoli e per i pedoni. Le forze dell’ordine stanno cercando di contrastare questo fenomeno anche con l’ausilio di apparecchi ultra-tecnologici (come lo Street Control), ma non è servito a scoraggiare i più indisciplinati!

parcheggio in doppia filaNello specifico, parcheggiare o sostare in doppia fila concerne un’occupazione, anche se temporanea, della carreggiata che può ridurre o limitare l’intera viabilità. Un veicolo in sosta può essere un pericolo per gli altri automobilisti e i pedoni, potendo provocare anche un incidente. Tuttavia, bisogna distinguere il sinistro stradale con il solo danneggiamento delle cose da quello con danneggiamento e/o decesso di persone! Nel primo caso, il responsabile del sinistro (che può comprendere il semplice urto ma anche grave incidente) sarà il conducente che, non avendo visto il veicolo sostato in modo irregolare, ha provocato l’incidente. L’automobilista che ha sostato in doppia fila sarà soggetto ad una sanzione amministrativa, normalmente prevista per questo tipo di violazione. La cose possono cambiare nel caso in cui il sinistro stradale, generato dal sosta/parcheggio in doppia fila di un veicolo, causi la morte di una o più persone! Un sentenza della Cassazione (n.42498 del 01/12/2010) ha confermato la condanna di omicidio colposo per un automobilista che, sostando il proprio veicolo in doppia fila, aveva causato un incidente e provocato la morte di un motociclista. Quindi, nella sentenza è stata riconosciuta una stretta relazione tra la condotta errata dell’automobilista e l’evento verificatosi. Recentemente un evento molto simile ha riaperto la discussione. Il sinistro ha visto coinvolto un motociclista che, per eccesso di velocità e successiva caduta, ha perso la vita nell’urto con un veicolo in divieto di sosta. Il Gip del Tribunale di Rieti ha stabilito che la violazione commessa dal conducente dell’auto parcheggiata irregolarmente, in una zona contrassegnata da zebrature oblique, non si pone in rapporto di causalità con l’evento-morte conseguente al sinistro stradale.

Quindi, per quanto bizzarro può sembrare, l’automobilista non ha colpe perché la norma cautelare violata (art.150 d.p.r. 495/92) non aveva finalità di impedire che i veicoli parcheggiati venissero urtati da altri veicoli, ma quella di non sovraccaricare il margine della carreggiata ed evitare crolli di una vicina scarpata. Infine vanno precisate le responsabilità nel caso di manovra in retromarcia, magari uscendo da un parcheggio. Tamponando un veicolo parcheggiato in seconda fila, comporterà la colpa dell’auto in manovra. Ma, nel caso in cui entrambe le vetture siano in movimento, la colpevolezza verrebbe divisa al 50% tra i due guidatori

Articoli Correlati

Condividi suShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Reddit0

Be the first to comment on "Parcheggio In Doppia Fila: Chi Paga In Caso D’Incidente?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*