Rc Auto: Il Risarcimento Del Colpo Di Frusta

Un dato che deve far riflettere è che circa l’80% dei risarcimenti effettuati dalle compagni assicurative rientrano nella categoria riguardante il cosiddetto “danno biologico di lieve entità“, che nello specifico riguarda tutte quelle situazioni che minano l’integrità del soggetto, sia dal punto fisico che psichico. Purtroppo, quell’80% comprende una buona percentuale di truffe di automobilisti furbetti che simulano un danno fisico per poter accedere ai risarcimenti!! Tuttavia, la legge sulle liberalizzazioni attuata dal governo Monti, ha introdotto un pacchetto di disposizioni volto al controllo degli illeciti realizzati tramite false richieste di risarcimento danni. Le nuove regole, però, hanno provocato molte critiche: in particolar modo, per un’apparente tutela delle imprese assicurative a scapito dei diritti dei cittadini, a causa della poca chiarezza della normativa! La nuova normativa, però, non esclude risarcimenti per danni di lieve entità. Ma le cose non sono semplici!

colpo di frustaNel Codice delle Assicurazioni è riportato che “il danno alla persona per lesioni di lieve entità viene risarcito solo a seguito di riscontro medico legale da cui risulti visivamente o strumentalmente accertata l’esistenza della lesione“: quindi non è più sufficiente la dichiarazione del pronto soccorso ma c’è bisogno di una documentazione frutto di accertamenti clinici (radiografia, tac, ecc). Solo in presenza di tale documentazione, dalla quale sia visibilmente o strumentalmente diagnosticata la presenza del danno, la compagnia assicurativa potrà procedere al risarcimento! Statisticamente, uno dei danni fisici di lieve entità più diffusi, è il colpo di frusta. Ma questa patologia, purtroppo, viene messa costantemente in cattiva luce proprio perché adoperata per truffare le compagnie assicurative. Pensate che su 100 incidenti stradali, in 18 casi si richiede il risarcimento per danni alle persone e, di questi, ben il 66% sono colpi di frusta e nell’83% dei casi si parla di conseguenze fisiche permanenti! Numeri che costano alle compagnie assicurative un esborso di ben 2,4 miliardi di euro all’anno, che inevitabilmente vanno a pesare sul costo delle polizze di tutti gli automobilisti (soprattutto quelli onesti!!). Quindi, l’intervento del Governo era diventato indispensabile! Comunque, per quanto riguarda il danno biologico, esso viene deve ora essere determinato in base ad un iter medico che è volto a determinare la gravità delle lesioni subite e a procedere eventualmente al risarcimento in modo proporzionale. A sua volta, il danno viene classificato e determinato in base a tabelle comparative utilizzate dal medico. Il calcolo viene fatto in questo modo: partendo da un’integrità totale dell’individuo (cioè il 100%) si sottraggono le percentuali previste per le lesioni riportate: la percentuale di danno finale stabilisce la cifra di risarcimento che sarà versata dalla compagnia assicurativa. Inoltre, si parla di danni di lieve entità o “micropermanenti” per percentuali di invalidità inferiori al 9%, mentre dal 10% in poi si parla di danni “di non lieve entità”.

Quindi, in caso riportiate dei danni fisici o psichici da un sinistro stradale, basteranno degli accertamenti clinici (approfonditi) per richiedere il risarcimento alla vostra compagnia assicurativa.

Articoli Correlati

Condividi suShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Reddit0

Be the first to comment on "Rc Auto: Il Risarcimento Del Colpo Di Frusta"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*