Il Reato Di Omicidio Stradale: Le Novità

L’omicidio stradale è finalmente diventato legge: d’ora in poi sarà considerato un vero e proprio reato penale punito severamente dalla legge. La nuova normativa prevede inoltre pene più gravi per tutti coloro che si renderanno responsabili del ferimento grave (o della morte) di terzi che saranno sorpresi a guidare sprovvisti di Rc Auto. Vediamo quindi più dettagliatamente le principali novità introdotte da questa legge e dal reato di omicidio stradale.

300x250Gli automobilisti che commetteranno un sinistro uccidendo una persona con una percentuale di alcol nel sangue superiore ai 1,5 grammi per litro, rischieranno dagli 8 ai 12 anni di reclusione. Stessa pena per chi sarà sorpreso a guidare sotto effetto di droghe. Dai 5 agli 8 anni di carcere saranno invece dati agli automobilisti con tasso alcolemico più alto di 0,8 grammi per litro, come anche tutti coloro che provocheranno la morte di un altro individuo su strada a seguito di comportamenti pericolosi quali, ad esempio, eccesso di velocità o guida contromano. Ma la nuova normativa prevede anche delle pene più severe per tutti i guidatori che commetteranno lesioni personali stradali, che vanno da un minimo di 6 mesi ai 7 anni di reclusione a seconda della violazione commessa. In caso di ferimento o morte di più persone l’automobilista colpevole potrà scontare fino a 18 anni di reclusione!

Tuttavia la normativa può essere vista solo come la punta di un iceberg, in vista di un progetto a più ampio raggio. Anche perché nel nostro Paese le autorità preposte dovrebbero prima concentrarsi sulla manutenzione stradale, investendo maggiormente in sicurezza. In Italia il tasso di mortalità sulle strade è decisamente elevato, di circa il 30% superiore rispetto agli altri stati membri dell’Unione Europea. E questo è certamente un dato sul quale si rende necessaria una seria riflessione.

Articoli Correlati

Be the first to comment on "Il Reato Di Omicidio Stradale: Le Novità"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*